PERCHE’ MANGIO POCO E NON RIESCO A PERDERE PESO?!

//PERCHE’ MANGIO POCO E NON RIESCO A PERDERE PESO?!

PERCHE’ MANGIO POCO E NON RIESCO A PERDERE PESO?!

 

MANGIARE PER DIMAGRIRE!

Chi non ha mai provato invidia per quelle persone che mangiano di tutto quanto e quando vogliono eppure non hanno problemi di linea? Dall’ altra parte ci sono coloro che invece sono ha dieta da una vita, le hanno provate proprio tutte e troppo spesso senza risultati.. quantomeno a lungo termine. Ecco dunque che dopo una dieta faticosa, eliminazione degli alimenti preferiti, condimenti col contagocce… ci si ritrova al punto di partenza se non con qualche chilo in più e di sicuro tanta frustrazione nel pensare a ” non riesco a perdere peso “.

perdere peso mangiando

 

Non riuscire a perdere peso

A chi dare la colpa di questa “ingiustizia”? …La genetica, è ovvio fa la sua parte nel determinare la soggettiva tendenza a risparmiare o bruciare l’energia che introduciamo con gli alimenti ma la sua influenza è stimata a non più del 30%, il che significa che per la maggior parte è possibile intervenire per modificare il peso corporeo attraverso l’alimentazione su misura ed un adeguato livello di attività fisica. In condizioni ottimali non c’è peso che non possa essere perso!
E allora come è possibile mangiare per dimagrire? Anzitutto non bisogna considerare gli alimenti come semplici fonti di calorie; ogni alimento è composto da decine e decine di sostanze diverse ognuna delle quali comunica un segnale al nostro organismo che a sua volta darà una risposta specifica.

Perdere Peso: Il ruolo dei nutrienti

I grassi sono i nutrienti più calorici a parità di peso, più del doppio dei carboidrati, eppure non stimolano altrettanto il rilascio di insulina pertanto la loro capacità di farci ingrassare, è concettualmente più limitata rispetto agli zuccheri. Un altro esempio sono gli alimenti ricchi di proteine le quali per poter essere digerite richiedono all’organismo una spesa energetica che compensa in parte l’energia da esse stesse fornita!
Ogni considerazione in tal senso non può che ricondurre all’esigenza di un’alimentazione equilibrata cioè bilanciata nell’assunzione dei nutrienti a seconda del soggetto. Una armonica introduzione di energia, proteine ed elementi essenziali quali grassi omega-3, vitamine, minerali, oligoelementi (senza tralasciare l’acqua!) è indispensabile affinchè l’organismo possa utilizzare ogni elemento necessario per svolgere le sue numerose funzioni, e.. una di queste potrebbe essere proprio quella di “lavorare” per eliminare il grasso in eccesso! Ecco spiegato uno dei motivi per cui una dieta strettamente ipocalorica può far perdere peso ..senza però far dimagrire!! Questo accade quando la scarsità dei nutrienti introdotti, compresi alcuni essenziali, mette a repentaglio l’efficiente funzionalità della massa magra, organi e muscoli. Se l’energia introdotta non è sufficiente, l’organismo è costretto a ricavarla “cannibalizzando” le proteine muscolari, preferendole ai grassi di deposito che nonostante rappresentino una riserva energetica maggiore la rilasciano più lentamente… Risultato: il metabolismo rallenta, poiché è proprio la massa magra quella metabolicamente attiva, non il grasso!
E oltre il danno, la beffa… Quando si instaura una carenza nutrizionale viene percepita dall’organismo una condizione di “carestia” per così dire da cui deriva una maggiore predisposizione a consumare meno e creare riserve energetiche sottoforma di tessuto adiposo; ecco perché spesso i chili si riprendono.. con gli interessi!

Perdere Peso: La dieta

Una dieta a prevalente contenuto proteico sembrerebbe a questo punto poter risolvere ogni problema! E invece no! Le diete iperproteiche funzionano e fanno perdere peso senza impoverire i depositi proteici del muscolo ma non possono essere seguite per lunghi periodi poichè non esenti da controindicazioni, non adatte a tutti e soprattutto sbilanciate. Il consumo di carboidrati non può prescindere da una sana e corretta alimentazione, qualunque sia il suo scopo. Si pensi al sistema nervoso che consuma elettivamente zuccheri… per non parlare della tiroide, sovrana del metabolismo, che riduce la sua attività in funzione del glucosio circolante!
Molti altri potrebbero essere gli argomenti a favore del corretto consumo di carboidrati allo scopo di tutelare peso e salute ma con una metafora vorrei chiarirne l’importanza nel contesto della perdita di grasso in eccesso: si pensi al tessuto adiposo e ad i grassi in esso depositati come ad una miniera di carbone, entrambi possono essere considerati come depositi ricchi di energia che può essere utilizzata solo dopo essere stata estratta… si pensi ora agli zuccheri (carboidrati) come ai minatori, cioè una fonte energetica pronta e veloce che consente di svolgere quel fondamentale lavoro di estrazione e mobilizzazione dei grassi/carbone…!

Conclusione

…Buona DIETA MEDITERRANEA a Tutti!!!

2017-02-02T09:08:48+00:00 febbraio 24th, 2016|Categories: Saper Mangiare|